Progetto “Agua Futura” nella comunità di San Marcos in El Salvador

Il progetto di AICS con ACRA nel video racconto dei protagonisti

“L’acqua è un bene vitale, una forza motrice in tutto il mondo e non potremmo vivere senza; se esistesse un elemento magico, lo identificherei con l’acqua”,

sono le parole di Alisson, studentessa della scuola "Profesor Justo Gonzalez" di San Marcos, comune del dipartimento di San Salvador. Alisson aggiunge:

“durante la formazione con ACRA ho imparato a prendermi cura del nostro territorio, a gettare correttamente la spazzatura, perché sappiamo che tutto ciò che buttiamo nei bacini confluirà nei mari e colpirà flora e fauna”.

“L'igiene è uguale alla salute: se abbiamo una buona igiene, abbiamo una buona salute”,

racconta Jaime, altro studente della scuola Gonzalez di San Marcos, evidenziando l’importanza del bene per mantenere una buona igiene e ridurre la probabilità di contrarre malattie legate all’uso di acqua contaminata. Le risorse idriche, la loro disponibilità, qualità e distribuzione sono aspetti determinanti per la salute, per l’eliminazione della povertà e il raggiungimento di uno sviluppo sostenibile.

Iniziato nel 2018 il progetto “Agua Futura”, co-finanziato dall’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo e coordinato dal Consiglio Nazionale delle Ricerche, ha l'obiettivo di rispondere alle problematiche legate all’uso e gestione della risorsa acqua, in linea con gli Obiettivi 4 e 6 dell'Agenda 2030. Si basa su di un approccio multidisciplinare che coinvolge tre paesi (Italia, Guatemala, El Salvador) ed attori di differente natura (Mondo accademico – Università; ONG; Società Civile; Attori Pubblici - Ministeri).

 ACRA ha operato nel comune di San Marcos - situato nella parte alta del bacino del fiume Matalapa e del micro bacino del fiume Acelhuate, uno dei fiumi più inquinati del paese – portando a termine un intervento di accesso all'acqua potabile e pulita e servizi igienici di base e di promozione della gestione sostenibile e comunitaria delle risorse idriche, in linea con l’approccio wash (Water, Sanitation and Hygiene). Inoltre, ACRA ha lavorato in sinergia con i Ministero della Salute e dell’Istruzione di San Marcos, per promuovere interventi di formazione e sensibilizzazione sull’uso corretto dell’acqua e sulla prevenzione della contaminazione. Sono stati realizzati diversi cicli di formazioni comunitarie per oltre 400 persone e coinvolti più di 100 studenti di 3 scuole, che hanno anche beneficiato di interventi infrastrutturali migliorativi degli impianti di acqua potabile e dei servizi igienici.

 

El Salvador è un paese con una riserva d’acqua dolce che sta diminuendo in quantità e qualità a causa dello sfruttamento eccessivo, dell’inquinamento e del cambiamento climatico. Inoltre, il tasso di povertà è elevato, soprattutto nelle zone rurali (19,6% della popolazione nelle zone rurali sotto la soglia di povertà assoluta – EHPM 2019), e l’accesso da parte della popolazione ai servizi igienico-sanitari è spesso limitato (89,2% della popolazione delle aree urbane e 67,3% della popolazione nelle aree rurali dispone di una rete idrica, ma con servizio intermittente – mancanza di disponibilità d’acqua anche per periodi più lunghi di un mese; solamente il 36% della popolazione a livello nazionale dispone di una rete fognaria – 56% area urbana e 1,1% area rurale - EHPM 2019).

Posted in Uncategorized.